Massimo Torre

Sceneggiatore, creatore di serie, neo-romanziere.

Massimo Torre nasce a Napoli. Tra i diciannove e i venticinque anni scrive racconti e un romanzo che resta inedito.

Intanto frequenta assiduamente “la birreria” di via Manzoni a Napoli, trascorrendovi ore e ore insieme a un gruppo di amici assai numeroso e tendenzialmente borderline dentro cui si forma ineluttabilmente la sua visione del mondo. In quegli anni, comunque, esordisce come programmista regista e autore di una serie radiofonica da lui ideata, dal titolo Asimal Sauce.

A ventotto anni si trasferisce a Roma, dove comincia il suo percorso di sceneggiatore, anche grazie a alcuni fortunati incontri: Ennio De Concini, Nino Manfredi, Age, che lo sospingono decisamente in questa direzione. Suoi il film Ottantametri quadri (Mostra di Venezia, 1993), ma soprattutto il film Elvjs e Merilijn per il quale riceve numerosi premi.

Da qual momento in poi è totalmente assorbito dalle serie televisive soprattutto come sceneggiatore di puntata, ma anche talvolta coinvolto come soggettista di serie e head writer. Quindi è recentemente tornato, con più fortuna, al suo primo amore: la letteratura. E’ stato pubblicato da E/O il suo romanzo d’esordio: Chi ha paura di Pulcinella? che è il primo di una serie di quattro thriller, che avranno come protagonista appunto Pulcinella, giustiziere della camorra e non solo.

E’ socio fondatore della WGI e membro dell’attuale Board dal 24 ottobre 2013.

Email: massimo.torre@writersguilditalia.it