Ettore Scola

L’ultimo saluto della WGI a un grande Maestro

Con la scomparsa di Ettore Scola viene meno uno degli esponenti più prestigiosi della storia del nostro Cinema.

Nell’unirci al cordoglio della famiglia e dei suoi cari, vogliamo ricordarlo dalla nostra prospettiva, quella di chi il Cinema lo scrive.

Ed Ettore Scola, che sceneggiatore è stato a lungo prima di passare alla regia, è stato autore capace come pochi di fare racconto; di imprimere sulla carta, perché fossero poi trasferiti sullo schermo, personaggi veri, vivi, capaci di raccontare con esemplare nitidezza, nelle loro sfumature più tenere e atroci, il Paese al Paese.

Senza timidezze, e con la levità della nostra commedia di più alto profilo, quella che sa guardare in faccia anche le tragedie, dai drammi della grande Storia a quelli della nostra microstoria quotidiana; riuscendo a farci riflettere su pregi e difetti dell’umanità in genere, facendosi in tal modo amare in tutto il mondo.

Da sceneggiatori vorremmo che questa sua lezione, insieme a quella degli altri che con lui hanno contributo, soprattutto con il Racconto, a fare grande il nostro Cinema, tornasse a renderci tutti più ambiziosi. E convincere anche i più scettici che non c’è racconto senza lo sguardo limpido e libero di uno scrittore.

Quello che aveva il Maestro Ettore Scola.

Carlo Mazzotta, Presidente della WGI

L’intensa filmografia di Ettore Scola come sceneggiatore e poi come regista, qui.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

clear formSubmit