The Crown

S01 E05

Fumo negli occhi

Sceneggiatura di Peter Morgan

 

FATTO STORICO FICTION
24 Marzo 1953.
Morte della regina Mary di Teck.
Il Duca di Windsor (Edoardo VIII) era presente a Marlborough House.
– L’ex re Edoardo VIII accende una sigaretta a sua madre, la regina Mary, malata di cancro, sul letto di morte.
– Edoardo riceve la notizia della morte di sua madre durante l’incontro con l’arcivescovo di Canterbury e Tommy Lascelles.
2 Giugno 1953.
Incoronazione Elisabetta II.
Filippo non vorrebbe inchinarsi davanti a sua moglie.
2 Giugno 1953.
Prima trasmissione televisiva dell’intera cerimonia di incoronazione.
A Filippo, con uno scambio di favori con Elisabetta, viene autorizzata la proposta di trasmettere per la prima volta in tv la cerimonia di incoronazione, ma in cambio dovrà inchinarsi.
2 Giugno 1953 .
Il Duca di Windsor (Edoardo VIII)
non partecipa alla cerimonia: vede la trasmissione a Parigi.
Edoardo è a casa sua con molti ospiti a vedere la cerimonia di incoronazione alla televisione, spiega tutti i passaggi del rituale con un certo snobismo. Più tardi rimasto solo, suona commosso la sua cornamusa.

La regina Mary, la nonna di Elisabetta, muore. Il duca di Windsor torna a Londra, solo per essere informato che non poteva assistere all’incoronazione di sua nipote. A Filippo viene affidato il compito di pianificare la cerimonia e decide di farla trasmettere in televisione. Per la prima volta nella storia, milioni di persone, nel Regno Unito e all’estero, potranno vedere la Regina fare il giuramento reale. Elisabetta II fu incoronata il 2 Giugno 1953 in una cerimonia durante la quale il suo consorte, il duca di Edimburgo, dovette inginocchiarsi davanti alla sua regina e renderle omaggio. Il duca di Windsor e sua moglie assistono alla cerimonia in televisione da Parigi.

Elisabetta diventa regina
“Elisabetta II è stata incoronata oggi nell’Abbazia di Westminster e poi ha ricevuto l’omaggio di milioni di suoi umili sudditi inzuppati di pioggia mentre cavalcava nella sua carrozza dorata attraverso cinque miglia del percorso reale di questa capitale.”

Analisi cronologica a cura di Matteo Proietti, Riccardo Pulin, Lorenzo Santo