I tedeschi pagano di più

Il punto sullo script lab “Racconti” in Alto Adige

C’è tempo fino al 27 gennaio per fare domanda per partecipare alle writers’ room BLS-Racconti per lo sviluppo di concept seriali per il mercato internazionale, in collaborazione con Palomar e Letterbox Filmproduktion

L’agenzia di sviluppo territoriale dell’Alto Adige BLS da cinque anni organizza un interessante laboratorio di scrittura nelle suggestive location del Sud Tirolo. Il laboratorio Racconti è un workshop di scrittura improntato al metodo della Writers’ Room, dove i partecipanti lavorano in gruppo con un head writer per lo sviluppo di un concept per una serie indirizzata al mercato internazionale.

Collocandosi in un settore strategico della produzione audiovisiva come quello seriale, il laboratorio viene incontro alle esigenze di un mercato che sempre di più richiede format seriali. Ma in un settore dove il competitor è la grande produzione USA è necessario unire le forze e dar vita a co-produzioni tra i paesi europei. In questo quadro i territori di confine come l’Alto Adige, dove già si incontrano comunità linguistiche diverse (italiana e tedesca), risultano decisivi nel sostenere e promuovere prodotti pensati per un pubblico internazionale.

Il laboratorio mette in collaborazione autori di provenienze diverse al fine di sviluppare sin dall’ideazione e dalla scrittura, prodotti che possano rispondere a queste nuove esigenze del mercato.

Il laboratorio si avvale della collaborazione di due case di produzione affermate, una tedesca e una italiana. Per l’Italia sarà la Palomar, la produzione di Montalbano e Braccialetti Rossi, ad aprire la sua writers’ room per lo sviluppo di due concept seriali, uno di genere fantascientifico e uno di genere horror gotico di ambientazione d’epoca, entrambi ambientati in Alto Adige.

Per la Germania ci sarà la Letterbox Filmproduktion, che ha una grande esperienza nel poliziesco con Großstadtrevier (14° Distretto) in onda dal 1986 e Notruf Hafenkante (Hamburg distretto 21), ma ha prodotto anche la comedy Der Tatortreiniger. Letterbox intende sviluppare una serie di genere crime o mistery sempre ambientata in Alto Adige, partendo da una premessa narrativa: il ritrovamento di un auto bruciata, con dei resti di cadaveri.

Inoltre ci saranno dei professionisti che faranno da tutor e terranno delle masterclass: quest’anno saranno James Hart, creatore della serie Crossbones e sceneggiatore con un lungo curriculum tra cui Dracula di Bram Stoker, e Manda Levin, produttrice con un passato alla BBC per cui ha supervisionato fra gli altri la serie Luther ed executive producer della serie The Tunnel adattamento anglo-francese del format danese e svedese Bron.

Si può fare domanda di partecipazione al laboratorio sia come Head Writer, presentando una proposta di concept basato sulle premesse indicate dalle produzioni, sia come staff writer, mandando un estratto di un proprio lavoro di non più di 20 pagine (deve essere un solo lavoro, ma si possono scegliere anche scene non in continuità).

Il laboratorio si tiene interamente in lingua inglese e si svolgerà nel corso di due sessioni di lavoro, ognuna della durata di una settima, nelle splendide location dell’Alto Adige. L’ospitalità è a carico della BLS e inoltre i partecipanti percepiscono un compenso per il lavoro di scrittura da parte delle produzioni, a seguito di un contratto di cessione dei diritti (un contratto diverso di opzione viene formulato per gli head writers) in linea con le retribuzioni del mercato. Non vi diciamo l’ammontare dello scorso anno ma segnaliamo che chi lavorava con i tedeschi ha preso un po’ di più di chi lavorava con la produzione italiana, ma anche perché in generale i compensi degli sceneggiatori in Germania sono più alti dei nostri. Alla fine del workshop viene prodotto un soggetto di serie di circa trenta pagine, che viene sviluppato con sessioni di brainstorming e scrittura coordinate dall’head writer.

Il progetto dell’anno scorso di parte tedesca è stato Frozen una serie thriller in otto puntate. Dodici personaggi sono isolati in una stazione scientifica in Antartide, ognuno con il suo carattere, le sue manie e i suoi segreti. Frozen è un racconto di genere teso, ma che lascia traspirare un’ironia dissacratoria.

Il progetto del 2015 sostenuto invece da Palomar è intitolato Broken un action drama pensato come serie lunga (un minimo di 6 episodi da 100’) ambientato nell’ostile ma affascinante territorio dell’alta montagna. Broken mette a confronto tre personaggi, due fratelli e una donna, che di fronte ad eventi in cui rischiano la propria vita si trovano a fare i conti con le loro emozioni e la linea molto sottile che separa l’odio dall’amore. Una tragedia epica in chiave contemporanea.

Il progetto della BLS è un interessante workshop dedicato ad autori già con esperienza di scrittura. Andrea Leanza, un socio della WGI, ha partecipato per due edizioni a Racconti e ci ha confermato l’impressione positiva sul valore dell’iniziativa e sull’efficacia dell’organizzazione: oltre alla splendida location e all’ottimo cibo, il lavoro è interessante e stimolante, permette di entrare in contatto con professionisti di alto livello ed è un’esperienza che Andrea consiglia.

Ma forse il tasto dolente è: che succede dopo? Per quanto il lavoro sia strutturato in maniera altamente professionale, in linea con le esigenze del mercato, non vi è nessun futuro assicurato per i concept sviluppati durante il laboratorio. La BLS aiuta i progetti realizzati promuovendoli nel corso di festival (l’anno scorso si sono tenute iniziative al Festival di Roma e a quello di Amburgo) o altri meeting professionali di coproduzione, ma è chiaro che nulla è garantito.

C’è da aggiungere che i concept proposti sia l’anno scorso che quest’anno mi sembrano estremamente interessanti e innovativi, avendo proposto storie forti di genere che raramente vediamo sui nostri schermi (non so su quelli tedeschi, ma l’impressione è che il panorama sia simile). E forse il bello dell’iniziativa è proprio il fatto di investire sulla scrittura, puntando a realizzare opere di qualità, non appiattite sull’attuale proposta del mercato tv, opere che azzardano e sognano in un’ottica internazionale e che rispondono alle sfide del mercato globale dell’audiovisivo con coraggio e innovazione.

Fosca Gallesio

Dal sito della BLS

RACCONTI, lo Script Lab della BLS, è un programma per lo sviluppo di soggetti cinematografici e televisivi organizzato annualmente dalla BLS Südtirol – Alto Adige. RACCONTI si rivolge in particolare ad autori e sceneggiatori delle aree linguistiche italiana e tedesca.(..) L’attenzione è rivolta a progetti i cui contenuti abbiano un forte legame  con l’Alto Adige e che siano adatti ad una coproduzione tra Italia, Gemania e Austria. Nell’eventualità in cui un produttore fosse interessato ad uno dei trattamenti sviluppati durante lo Scriplt Lab RACCONTI,  quest’ultimo potrebbe rivolgersi alla BLS per richiedere un finanziamento per la pre-produzione del progetto.

L’application form per fare domanda a Racconti 5 (scadenza 27 gennaio) è qui.

I Guardiani della Soglia – La Writers Guild Italia è nata con l’intento di sostenere gli sceneggiatori. Questa rubrica – che prende il nome da uno dei gradini del classico manuale di scrittura Il Viaggio dell’Eroe di C. Vogler –si rivolge ai più giovani e indaga le vie d’accesso alla professione.

One thought on “WGI indaga: Bls – Racconti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

clear formSubmit